lunedì 21 novembre 2011

Matteo 15:23

Le vie del Signore sono infinite.
Lui arriva a te anche solo tramite un gesto di pace scambiato prima dell'eucarestia durante messa delle 10.00 a.m. la domenica mattina.
O tramite il sorriso di un bambino incrociato per strada mentre ingurgita avidamente un quintale di zucchero filato potenzialmente cariogeno compratogli dalla nonna, noncurante dei dictat imposti dalla madre del pargolo.
O con il calore della tua amata che ti stringe durante una nebbiosa e gelida giornata briantea. I tuoi occhi trasudano amore. I suoi una congestione imminente con tanto di attacco di dissenteria acuta.
Il Signore è anche nelle affettuose parole di tua Madre che ti intima di coprirti per ripararti dal gelo, mentre ti chiedi se sia possibile indossare un altro Napapijri sopra il tuo Napapijri senza sembrare la sorella obesa dell'omino Michelin (la risposta è no).
Lui è anche nel tuo bucato che sembra non voler asciugare, nell'acqua e menta tirata dal tuo adoratissimo fidanzato sul divano e nel muco che ti intasa il naso.
Il Signore c'è.
Anche qui. In questo blog nuovo di zecca che puzza tanto di muffa.
Sapete com'è, c'è tanta umidità da queste parti.
E voi puzzate sempre come dei gatti rognosi bagnati.

10 commenti:

  1. ma quindi hai cambiato idea?

    RispondiElimina
  2. mi scappa la cacca

    RispondiElimina
  3. Anche io mi sposterò su Blogspot :-D

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  4. scusa, potresti dirmi un posto dove non è?
    grazie.

    RispondiElimina
  5. Usti! Si sente fin li' che ho dimenticato il deodorante oggi!?! Uffff

    RispondiElimina
  6. Ora lo so! Bentornata!

    RispondiElimina
  7. -apio- commentare dalla "terrazza"..
    Quasi quasi scrivo pure io il primo post, ma solo dopo il ciecchinpaonline!

    (hihi rido per quello che sta succedendo ora in casa..)

    RispondiElimina