lunedì 25 giugno 2012

How To- Write a Love Letter nr.2

L'amore è una cosa meravigliosa. Quando arriva ti sconvolge la vita, ti turba, ti rende capace di cose inimmaginabili. Come abbandonarsi ad effusioni un po' troppo spinte nel parcheggio di un cimitero in pieno giorno, o progettare una breve fuga a Venezia con un ragazzo appena conosciuto o pulire i residui dei fluidi corporali -sempre di quel ragazzo- dalla tavoletta del Wc.
L'amore è una cosa meravigliosa ma, la vita, spesso, è una merda.

Nello scorso post avevamo iniziato un corso intensivo sulla scrittura di lettere d'amore. Sempre ammesso che tra di voi ci sia qualcuno in grado di scrivere (e ho i miei dubbi).
Dopo aver analizzato il come scrivere un messaggio d'amore, oggi ci concentreremo su cosa scrivere in una lettera per la vostra bella. Sempre ammesso che tra di voi ci sia qualcuno emotivamente in grado di avere una relazione sentimentale (ed anche in questo caso, ho i miei dubbi). Per rendere meglio comprensibili le mie teorie, vi mostrerò degli esempi esplicativi.

Una giovane donna, che Britney definirebbe not a girl not yet a woman, scrive al ragazzo di cui si è innamorata durante una vacanza studio in una città dell'Irlanda, lasciandosi andare a pensieri profondi. Del tipo:
"Io sono in un albergo del nord della Francia [...] il cibo è persino peggiore di
quello irlandese!"

Dopo una pagina riempita con pensieri evitabili, la simpatica giovane propone al suo bell'innamorato di vedersi ad un imminente concerto molto punk a Bologna:
"Ho sentito che il 4 settembre a Bologna ci sarà un festival al quale parteciperanno gli OFFSPRING e i PUNKREAS (ndr. e sticazzi) [...] potremmo cercare di organizzarci e vederci tutti lì!"
Seguono ulteriori frasi senza senso e si arriva al momento che tutti aspettavamo: la bella lascia intendere che, se non ci fossero stati alcuni imprevisti, probabilmente, quella sera irlandese, lei si sarebbe concessa a lui:
"Forse, se non foste venuti a dormire da noi e non vi avesse beccato lì la vecchia, o e non avessi dormito con Sarita, non sarebbe andata così..."
Forse, se non ti fossi fatta un suo amico...
Gli errori della giovane sono palesi: oltre ad aver scritto un sacco di amenità su un foglio di quadernone (inclusa quella frase in cui disprezza la cucina francese), ha lasciato credere al povero pirlotto che l'ha vista limonare duro con un suo amico, di aver un debole per lui che -nel frattempo- ha valutato seriamente la possibilità di cambiare sponda in quanto fortemente deluso dal genere femminile.
E, dai, parlare dei Punkreas in una lettera d'amore è come raccontare delle proprie funzioni corporali durante lo scambio di promesse durante un matrimonio.

Una non più giovane donna, che Britney definirebbe una simpatica tardona, scrive una simpatica cartolina al ragazzo di cui si è invaghita durante una festa estiva.


Gli errori della simpatica tardona sono innumerevoli: oltre al saluto "Hola" per il quale meriterebbe la morte immediata per impiccagione, la cartolina è il palese esempio di come spesso, in preda ai fumi dell'alcool, ci si concede a persone con cui, normalmente, non si scambierebbero più di due battute. E a cui non si dovrebbero scrivere cartoline d'amore (andando a ripescare su Facebook l'indirizzo dell'ignaro ragazzo che vorrebbe semplicemente lasciarti perdere e dedicarsi al rutto libero
davanti alla partita in tv).

Una ragazza, che Britney definirebbe Gianni Bugno, scrive al ragazzo che per tre settimane ha condiviso con lei momenti memorabili. Per meglio farvi comprendere cosa non si deve assolutamente scrivere in una lettera d'amore, vi riporterò fedelmente alcuni dei passaggi più salienti dell'epistola in questione.


Caro Pietro,
(mamma mia, ho già perso 10 minuti per decidere se caro o ciao.. sarà l'ora, sarà la
lettera un po' speciale) (ndr. CORKY!!!)[...]Ho pensato un casino a quello che fù, che poteva essere, com'è andata la fine -sono tutti spezzoni, flash... e paranoie per due mesi e più.[...]
Mi piacerebbe ora prendere treni, arrivare da te e cercare una strada, incontrarsi lì di nuovo sotto la luce di un lampione (ndr. ma non basterebbe incontrarsi in stazione? e perchè un lampione?). La verità è che spessissimo ho pensato e penso di essermi lasciata scappare via senza farci nulla la persona con cui vorrei starci tanto e tanto tempo e parlando e camminando con la mano che muore nell'altra (e i nostri palmi che non si toccano); forse quella persona speciale (ndr. CORKY!!!) che se non fosse un termine usato e strausato e banalizzato definirebbero "l'altro pezzo del tuo puzzle" (ndr. un puzzle da due pezzi?).
Perchè davvero mi è capitato di dire vedendoti "è lui!"
(ndr. CORKY???). Vedi, non voglio fare casino su di un ricordo, solo offuscandolo di più, forse farti capire quello che mi si infrange ora al lume di torcia e quello che per paura di affezionarmi non ho detto. [...]


 Il fatto che una possa perderci la testa per una sera con un ragazzo più piccolo di lei ed altri utilissimi pareri femminili, ragazze innominabili che non hanno idea di cosa sia un ragazzo che esce fuori da tutti gli schemi pretracciati (ndr. stiamo evidentemente parlando di gocce di pipì sulla tavoletta del wc, vero?). Perchè quando qualcuno si è affezionato a qualcun altro ma sul serio e (ahimè) pensa che sia la persona più speciale (ndr. CORKY!!!) che abbia incontrato e (ahimè!!) pensa perfino che forse non capita tutti i giorni questo, ma è qualcosa di più di stare fra un HIC et un NUNC senza avere le palle quadre di far seguire ai sogni gli atti, beh, di tutto il resto se ne frega.


Se questi rimangono pensieri solo miei, allora mi scuso per averti scritto e fatto leggere qualcosa di così fragile (ndr. la tua grammatica?) e che presto sarà messo da parte. Mi dispiace, ancora una cosa che non ti ho detto , per averti fatto stare male poi l'ultimo giorno al check-in e sull'aereo; mi sono persin detta che forse avrei fatto meglio a non iniziare. Ma per fortuna non c'è ancora nessuno capace di uccidere i sogni altrui (ndr. ed invece quel qualcuno c'è e si chiama Guardia di Finanza)! Se anche a te questi pensieri sfiorano e pungono come ortiche, sappi che ancora una volta come già fù, non sei solo.

Gianni Bugno

Buona Notte.
Sappi che quando tu mi hai detto: "non mi era mai capitato prima di innamorarmi così"
(ndr. l'ha detto anche a me e pure al suo nuovo notebook) e non hai ricevuto risposta, ancora una volta, non eri il solo a pensarlo.

Come si evince dalla struggente lettera della Gianni Bugno, la grammaica ed il pensiero logico non erano il suo forte. Ma, se potessi parlarle oggi, dopo due anni e mezzo insieme a quel ragazzo che lei credeva fosse l'altro pezzo del suo puzzle a due pezzi, le direi quello che l'altra metà del puzzle non riuscì a scriverle nella sua lettera di risposta, tra una foto dell'album dei Blink 182 ed un Hasta la victoria, siempre!:
Gianni, sei stata fortunata, credimi.

14 commenti:

  1. sei diabolica a sputtanare così le ex del Disgraziato!

    RispondiElimina
  2. io non lo trovo diabolico...è un piacevole modo per rivisitare ironicamente la mia disastrata vita sentimentale pre-funku!

    aggiungerei un ":)" se potessi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vai vai a scrivere a quello del giochino di basket che ti stanno fregando le partite.

      Elimina
  3. NUOOOOOO
    IL MIO COMMENTO è SPARITO ANCORA
    PERCHé? PERCHé? PERCHè?

    comunque ci avevo scritto che non sapevo se stimarti di più per la citazione "not a girl not yet a woman" o per la citazione di Corky.
    maledetto blogspot.

    Lafrangia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. autocitandomi: questo è un triste triste mondo. davvero.

      Elimina
  4. @Deadinauglyway: continua a nascondere gelosamente le lettere che ti ho mandato! Funku non le dovrà mai trovare!

    apostolochetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le usa come carta da culo. come da te consigliato.

      Elimina
  5. Lo salvo nei preferiti, ché potrebbe sempre tornare più che utile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però poi facci sapere come va a finire...

      Elimina
  6. Benedetta ragazza, questi ultimi due post sono così belli che non riesco nemmeno a fare battute stupide.
    Anzi no, una posso comunque partorirla.
    Sai che differenza passa tra un dentifricio antitartaro e il vagisil?
    Mi auguro proprio di si.
    Ah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la risposta è: il dentifricio antitartaro non esiste.

      Elimina
  7. io dopo questo post voglio scrivere una lettera d'amore a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'aspetto con ansia per poi pubblicarla qui.
      non rideremo di te, promesso.

      Elimina