martedì 3 gennaio 2017

L'attesa del piacere è essa stessa il piacere

Vi scrivo mentre attendo trepidante il corriere Bartolini con il rifornimento di crocchette  per i miei gatti affamati che, nell'attesa, hanno deciso di mangiarsi il mio ultrabook. Dall'ultima volta che ci siamo visti/sentiti sono cambiate un bel po' di cose e la mia collezione di the è esponenzialmente aumentata e sto seriamente pensando di nutrire i miei mici con del pregiato Darjeeling se solo non avessi paura di trovare nuovamente vomitate sul muro e di dover nuovamente chiamare l'imbianchino che non vuole farsi pagare.

So che l'attesa di un mio post è la vostra unica ragione di vita e le vostre giornate scorrono tediosamente lente nell'attesa che io decida di posare le mie terga su questa sedia tanto deleteria per la mia sciatica e mi metta a digitare frasi con ben poco senso ma, hey, avevo qualcosa di meglio da fare.

Tralasciando le mie proverbiali introduzioni nonsense, torno qui oggi per celebrare la fine di quell'anno infausto meglio noto come duemilasedici.
Sono sicura che per qualcuno il duemilasedici è stato simbolo di gioia e amore, tanti bambini sono nati ed altrettanti ne saranno stati concepiti e tante altre belle cose delle quali mi importa ben poco perchè, sia chiaro, l'empatia non è proprio il mio forte.

Sono stati mesi difficili quelli appena passati, pieni di lavoro e conseguenti dolori di portafogli e schiena, ben poco tempo libero ed un sacco di vacanze in Francia. Le ultime settimane del duemilasedici sono state parecchio pesanti ma avevo di fronte a me la prospettiva di un fine anno meraviglioso fatto di feste, regali e Oroscopo di Paolo Fox, il Nostradamus dei biondi.

Alla sera, quando mi coricavo nel mio letto con la scacciacani per allontanare il mio fidanzato e le sue unghie dei piedi a punta, sotto le mie copertine scrivevo sul mio diario dei segreti le emozioni scaturite dalla spasmodica attesa per le previsioni del bel Paolo. Volevo sapere cosa mi porterà questo duemialadiciasette, quando Giove entrerà nel segno dell'Ariete, con quale segno mi converrà sposarmi il prossimo anno, quando organizzare il mio funerale e se Doraemon finalmente tornerà a casa dopo il suo ricovero per diabete.

Venne finalmente la fine dell'anno ma di Paolo Fox e della sua combriccola di mattacchioni non si vedeva nemmeno l'ombra. Iniziai a farmi delle domande ed a chiedermi il perchè Paolino nostro si faceva tanto attendere.
Poi ieri, dal nulla, mi arriva un messaggio anonimo su Whatsapp, spedito evidentemente da un malvivente dell'est europa affiliato con le più truci organizzazioni terroristiche di tutto il globo terrestre. Il messaggio è il seguente:



Spaventata ho aperto il link in questione e mi sono trovata su questa pagina del Messaggero sulla quale era presente un articolo sul perchè non è stato trasmesso l'Oroscopo di Paolo Fox per il duemiladiciassette.



Dato che sono malfidente di natura e ho anche visto tutte le serie di Sherlock in due giorni, mi sono insospettita subito e ho iniziato subito qualche ricerca per chiarire questo fitto mistero con l'aiuto dei miei fidati assistenti Google e Dr. Conti.
Non vi nascondo che sono state ore faticose, passate a vagliare ogni possibile teoria sul sabotaggio del compianto Paolo Fox e abbiamo anche ricevuto minacce da diverse società che ci offrivano Petto di Pollo in supersconto tramite volantini minatori, ma non ci siamo fatti fermare e finalmente siamo arrivati ad una conclusione:

Paolo Fox è tenuto in ostaggio dai terroristi islamici guidati da Claudio Lippi ormai da mesi e lo costringono a stottoporsi a pesanti sevizie corporali. Ho scoperto che lo obbligano a magare Patè Rio Mare al tonno direttamente dal petto di..

Ah ok, vi saluto, è arrivato Bartolini con le crocchette dei gatti.

Nessun commento:

Posta un commento